Come ridurre la frequenza di rimbalzo

migliorare frequenza rimbalzo

Tutti i webmaster ed i content creator che si approcciano al mondo della SEO riconoscono nella frequenza di rimbalzo un fattore importantissimo nella realizzazione di un sito web. Alcuni direbbero che è, in effetti, fondamentale per la corretta valorizzazione dei contenuti, e che quando il dato rilevato è alto, è molto più difficile posizionarsi bene sui risultati di ricerca. Ma cosa è la frequenza di rimbalzo?

Citiamo qui la definizione di Google stesso, in modo da essere il più precisi possibili: “La frequenza di rimbalzo è il rapporto tra le sessioni di una sola pagina divise per tutte le sessioni o la percentuale di tutte le sessioni sul tuo sito nelle quali gli utenti hanno visualizzato solo una pagina e hanno attivato una sola richiesta al server Analytics”.

In altre parole è un indice, espresso in percentuale, che mostra quanto tempo gli utenti rimangono su un’unica pagina del vostro sito web, senza navigare altre pagine o verso siti terzi. Quando una piattaforma basa il suo successo sul numero di pagine visualizzate, è necessario ridurre questo valore al minimo, più vicino possibile allo 0%. È il caso, ad esempio, dell’ e-commerce, il quale punta ad un’alta partecipazione del pubblico, e quindi ad un bounce rate basso.

Come ridurre la frequenza di rimbalzo sul proprio sito web

La primissima cosa da considerare per la realizzazione di un sito web con un bounce rate basso, è tutta l’impostazione di base con cui il sito stesso è stato concepito. Un sito creato da inesperti inconsapevoli, magari in maniera un po’ rozza, rischia infatti di compromettere l’intero progetto. È necessario occuparsi della gestione ed impostazione delle fondamenta, delle varie pagine, il loro layout e l’impostazione dei testi con le parole chiave.

Altro punto molto importante che va valorizzato per ridurre la frequenza di rimbalzo è la realizzazione del blog, la sua cura continuata nel tempo e la realizzazione, quindi, di un piano editoriale efficace. Nuovi contenuti, sempre aggiornati, invitano gli utenti a navigare su pagine di nuova creazione, evitando quindi quella principale che conoscono già, e che deve svolgere la funzione di trampolino di lancio per le altre aree della vostra piattaforma il più velocemente possibile.

Il fattore più importante è, in definitiva, la cura della navigazione interna e l’impaginazione di un index che dia immediatamente un input all’utente, portandolo ad esplorare il sito, attraverso i link interni. Questi devono, quindi, essere posizionati e studiati con precisione. Se siete utenti inesperti, è consigliato rivolgersi ad un esperto, visitate il nostro sito web per la SEO Torino per una consulenza.

Rivolgersi un esperto - Chi contattare per la SEO Torino

Se avete bisogno di realizzare un sito web, o di ottimizzare il vostro attraverso il restyling, potete compilare il nostro form nella sezione apposita. Riceverete un preventivo gratuito per la realizzazione del vostro progetto, per saperne di più sui prezzi potete, inoltre, visitare la nostra pagina web creata appositamente. Troverete, infine, nella sezione contatti tutte le vie di comunicazione attraverso le quali siamo disponibili. Contattateci senza impegno.

Richiedi un Preventivo Gratis

Richiedi l'ebook SpeedSEO ad un prezzo speciale e posiziona il tuo sito web al 1° posto.

I più letti dal Blog

Gabriele Pantaleo

Il mio nome è Gabriele Pantaleo e ho oltre 10 anni di esperienza in Realizzazione Siti Web, SEO, E-commerce e Web  Marketing. Ti guiderò passo per passo nella digitalizzazione del tuo business. Richiedi un Preventivo Gratuito.

Contatti veloci

Preventivo Sito Web e SEO Gratis

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. 320 2921912

Cookie e Privacy


Tutti i Diritti Riservati
PNT Solutions di Gabriele Pantaleo
- P.I. 11773200016 PNTGRL91B15G273M